DIDATTICA

Workshop

Scuola di formazione
 

per info scrivi a kataklismateatro@gmail.com

 

WORKSHOP gratuito 

per attore / performer / autore

VINTAGE REVOLUTION

a Roma 

nell'ambito di

Fabulamundi. Playwriting Europe

12 > 15 dicembre 2019

max 12 partecipanti

Spazio Kataklisma - Roma

ORARIO : dalle 11 alle 18

gratuito su selezione

​Inviare cv e recapito telefonico a kataklismateatro@gmail.com

oggetto: Candidatura NOME + COGNOME Lab VINTAGE REVOLUTION DICEMBRE Frosini / Timpano

Chiusura candidatura 5 dicembre 2019

> verrà data conferma entro il 9 dicembre <

Oggetto di studio in questo workshop saranno alcuni materiali per il prossimo progetto che prende spunto dalla Rivoluzione Francese e riguarderà il tema della crisi della democrazia. Ci addentreremo in testi molto diversi, per stile, epoca e linguaggio, cercando cosa ci riguarda, cosa può risuonare in noi, spazi ed aperture per attraversarli.

Quando dei materiali storici e letterari possono diventare qualcosa di personale, che ci riguardi, che parli al presente? Quando un materiale personale diventa qualcosa di condivisibile, credibile, che parla agli altri? Di cosa parlo quando parlo di me?

Procedendo per sottrazioni e ingrandimenti, un allenamento attoriale e autoriale in relazione al testo, alla scena, al corpo ed al presente, attraverso uno scavo sull’immaginario residente nei corpi.

**

 

WORKSHOP gratuito 

per attore / performer / autore

VINTAGE REVOLUTION

a Milano Teatro PimOff

18-19-20 ottobre 2019

ORARIO

18 novembre: dalle 18 alle 22

19 e 20 novembre  dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 18

COSTO gratuito su selezione

Inviare foto, cv e recapito telefonico a kataklismateatro@gmail.com

oggetto: Candidatura: NOME + COGNOME Lab OTTOBRE Frosini / Timpano

Chiusura candidatura 7 ottobre

Oggetto di studio in questo workshop saranno alcuni materiali per il prossimo progetto che prende spunto dalla Rivoluzione Francese e riguarderà il tema della crisi della democrazia. Ci addentreremo in testi molto diversi, per stile, epoca e linguaggio, cercando cosa ci riguarda, cosa può risuonare in noi, spazi ed aperture per attraversarli.

Quando dei materiali storici e letterari possono diventare qualcosa di personale, che ci riguardi, che parli al presente? Quando un materiale personale diventa qualcosa di condivisibile, credibile, che parla agli altri? Di cosa parlo quando parlo di me?

Procedendo per sottrazioni e ingrandimenti, un allenamento attoriale e autoriale in relazione al testo, alla scena, al corpo ed al presente, attraverso uno scavo sull’immaginario residente nei corpi.

**

 

WORKSHOP
per attore / performer / autore


I COSA PARLO QUANDO PARLO DI ME
VITTIMA

10 > 13 ottobre 2019


max 15 partecipanti
Spazio Kataklisma - Roma
Orario : giov 10 e ven 11 h 18-22 / sab 12 e dom 13 h 14-20

mandare foto, cv e recapito telefonico a: kataklismateatro@gmail.com
oggetto: candidatura:  NOME + COGNOME Lab OTTOBRE Frosini Timpano
entro e non oltre il 4 OTTOBRE
> verrà data conferma entro il 7 OTTOBRE <

Primo laboratorio del percorso formativo annuale "Di cosa parlo quando parlo di me" per il 2019-2020.

 

Di cosa parlo quando parlo di me? Quando il materiale personale diventa qualcosa di condivisibile, credibile, che parla agli altri? Lo scavo ed estrazione di materiali residenti nei corpi, nelle biografie, l'individuazione dei contesti, in dialogo con il mondo in cui è sommerso il nostro quotidiano e con le stratificazioni culturali. Procedendo per sottrazioni e ingrandimenti, un allenamento attoriale e autoriale in relazione al testo, alla scena, al corpo ed al presente, attraverso uno scavo sull’immaginario residente nei corpi.

Il workshop che apre il nostro percorso annuale avrà come oggetto di ricerca il tema della "critica della vittima". Punti centrali saranno il lavoro attoriale ed il lavoro creativo e autoriale: partendo da precisi  input e spunti che forniremo lavoreremo ad analizzare e sviluppare dei nuclei drammaturgici che i partecipanti saranno chiamati a proporre.

"La vittima è l'eroe del nostro tempo. Essere vittime dà prestigio, impone ascolto, promette e promuove riconoscimento, attiva un potente generatore di identità, diritto, autostima. Immunizza da ogni critica, garantisce innocenza al di là di ogni ragionevole dubbio. Come potrebbe la vittima essere colpevole, e anzi responsabile di qualcosa? Non ha fatto, le è stato fatto. Non agisce, patisce. [...] Non siamo ciò che facciamo, ma ciò che abbiamo subìto, ciò che possiamo perdere, ciò che ci hanno tolto. [...] L'ideologia vittimaria è oggi il primo travestimento delle ragioni dei forti. [...] La vittima è irresponsabile, non risponde di nulla, non ha bisogno di giustificarsi: il sogno di qualunque potere."
Daniele Giglioli, Critica della Vittima, Nottetempo, 2014

 

**

 

WORKSHOP
per attore / performer / autore

 

DI COSA PARLO QUANDO PARLO DI ME
"La società non esiste"

20 > 23 giugno 2019


max 15 partecipanti
Spazio Kataklisma - Roma
Orario : giov 20 e ven 21 h 18-22 / sab 22 e dom 23 h 14-20

mandare foto, cv e recapito telefonico a: kataklismateatro@gmail.com
oggetto: candidatura:  NOME + COGNOME Lab GIUGNO Frosini Timpano
entro e non oltre il 14 GIUGNO
> verrà data conferma entro il 17 GIUGNO <

Il laboratorio è parte del percorso formativo annuale di Frosini/Timpano per il 2018-2019.

 

Di cosa parlo quando parlo di me? Quando il materiale personale diventa qualcosa di condivisibile, credibile, che parla agli altri? Lo scavo ed estrazione di materiali residenti nei corpi, nelle biografie, l'individuazione dei contesti, in dialogo con il mondo in cui è sommerso il nostro quotidiano e con le stratificazioni culturali. Procedendo per sottrazioni e ingrandimenti, un allenamento attoriale e autoriale in relazione al testo, alla scena, al corpo ed al presente, attraverso uno scavo sull’immaginario residente nei corpi.

Oggetto di studio in questo workshop saranno alcuni materiali per il nostro prossimo progetto che prende spunto dalla Rivoluzione Francese e riguarderà il tema della crisi della democrazia. Ci addentreremo in materiali molto diversi, per stile e linguaggio, cercando cosa ci riguarda, cosa può risuonare in noi, spazi ed aperture per attraversarli. Punti centrali saranno il lavoro attoriale di relazione con i testi ed il lavoro creativo e autoriale sui temi del workshop.


**

 

WORKSHOP
per attore / performer / autore

VINTAGE REVOLUTION

1 > 4 maggio 2019
  A SIENA

max 15 partecipanti

mandare foto, cv e recapito telefonico a: kataklismateatro@gmail.com
oggetto: candidatura: NOME + COGNOME Lab MAGGIO Frosini / Timpano

Oggetto di studio in questo workshop saranno alcuni materiali per il nostro prossimo progetto che prende spunto dalla Rivoluzione Francese e riguarderà il tema della crisi della democrazia. Ci addentreremo in testi molto diversi, per stile, epoca e linguaggio, cercando cosa ci riguarda, cosa può risuonare in noi, spazi ed aperture per attraversarli.

 

Quando dei materiali storici e letterari possono diventare qualcosa di personale, che ci riguardi, che parli al presente? Quando un materiale personale diventa qualcosa di condivisibile, credibile, che parla agli altri?

Di cosa parlo quando parlo di me?

Procedendo per sottrazioni e ingrandimenti, un allenamento attoriale e autoriale in relazione al testo, alla scena, al corpo ed al presente, attraverso uno scavo sull’immaginario residente nei corpi.

 

**

 

 

WORKSHOP CORPO SCRITTO
per attori e drammaturghi

in collaborazione con Attilio Scarpellini

DI COSA PARLO QUANDO PARLO DI ME #2

11 > 15 febbraio 2019

 

per max 10 attori e 5 drammaturghi
Spazio Kataklisma - Roma
Via G. De Agostini 79 (Metro C - Pigneto)
Orario : h 18 - 22 

per gli attori : mandare foto, cv e recapito telefonico a: kataklismateatro@gmail.com
oggetto: candidatura attore  NOME + COGNOME Corpo Scritto  Frosini/Timpano

per i drammaturghi: mandare cv, recapito telefonico ed un breve testo (max 2 cartelle) a: kataklismateatro@gmail.com
oggetto: candidatura drammaturgia NOME + COGNOME Corpo Scritto  Frosini/Timpano

entro e non oltre il 5 FEBBRAIO 2019
> verrà data conferma entro il 7 FEBBRAIO  <

Il laboratorio è parte del percorso formativo annuale di Frosini/Timpano per il 2018-2019.
 

Di cosa parlo quando parlo di me? Quando il materiale personale diventa qualcosa di condivisibile, credibile, che parla agli altri? Lo scavo ed estrazione di materiali residenti nei corpi, nelle biografie, l'individuazione dei contesti, in dialogo con il mondo in cui è sommerso il nostro quotidiano e con le stratificazioni culturali. Procedendo per sottrazioni e ingrandimenti, un allenamento attoriale e drammaturgico in relazione al testo, alla scena, al corpo ed al presente, attraverso uno scavo sull’immaginario residente nei corpi.

Corpo scritto è una sessione di lavoro intensiva per drammatrghi ed attori sotto la direzione di Elvira Frosini, Daniele Timpano e Attilio Scarpellini.
I drammaturghi lavoreranno a stretto contatto con gli attori sperimentando le modalità di  interazione tra creazione scenica e scrittura che sono parte del lavoro di Frosini e Timpano e della Scuola di formazione, sperimentati precedentemente anche nei progetti formativi "Ecce Performer" e sviluppati con Attilio Scarpellini da cinque anni nel progetto Corpo Scritto. Il lavoro di scrittura sarà in stretta connessione con il lavoro in sala svolto con gli attori, attraverso un procedimento di verifica, prova e riflessione sulla scrittura, per giungere infine a dei brevi testi. Agli attori il lavoro fornisce un'esperienza a contatto con la scrittura altrui in uno scambio creativo diretto, in cui vengono allenate le potenzialità attoriali.
Ai partecipanti, sia attori che drammaturghi, verranno proposti input tematici intorno ad uno dei punti di ricerca di questo anno:  di cosa parlo quando parlo di me.

Frosini/Timpano, tra i più apprezzati drammaturghi italiani contemporanei, attori e registi, lavorano da sempre sul presente e sul rapporto con la Storia, attraverso un lavoro che porta sul palcoscenico le decostruzioni delle narrazioni della Storia, le derive antropologiche della società ed un vasto materiale che dialoga con la vita, l’immaginario e la coscienza contemporanei.

 

Attilio Scarpellini è critico, giornalista e saggista. Ha cominciato a scrivere di teatro sul settimanale Diario per poi passare sulle pagine romane del quotidiano L’Unità con cui ha collaborato tra il 2008 e il 2009. È uno dei fondatori dell’associazione di giornalisti indipendenti Lettera 22 e degli animatori della rivista di critica on-line La differenza. È redattore della rivista di letteratura Nuovi Argomenti, vice-direttore del mensile Tempo Presente e direttore dei Quaderni del Teatro di Roma. Autore di diversi interventi sul teatro contemporaneo pubblicati in volumi collettivi, ha pubblicato il libro “L’angelo rovesciato. Quattro saggi sull’11 settembre e la scomparsa della realtà” (edizioni Idea). Autore e conduttore radiofonico, collabora con Radio Tre Rai.

 

°°°°°

 

 

 

 

CORPO SCRITTO

- dal 29 gennaio al 2 febbraio 2018

workshop di drammaturgia per drammaturghi ed attori-autori

con Elvira Frosini, Daniele Timpano, Attilio Scarpellini

 

Il workshop Corpo scritto è una sessione di lavoro intensiva sulla scrittura drammaturgica rivolto a drammaturghi ed attori-autori. I partecipanti lavoreranno nel workshop intensivo sotto la direzione di Elvira Frosini, Daniele Timpano e Attilio Scarpellini e con gli allievi-attori del Corso di Formazione attore/performer (KataLAB).

 

La sessione intensiva di drammaturgia si tiene  all'interno del Corso Attore/Performer, e mette in pratica le modalità di stretta interazione tra creazione scenica e scrittura che sono caratteristici del lavoro della Compagnia Frosini/Timpano e della Scuola di formazione, sperimentati precedentemente anche nei progetti formativi "Ecce Performer". 

Ai partecipanti verranno proposti input tematici intorno al concetto di rivoluzione: sull'impossibilità di vivere (con, senza, dopo) la rivoluzione.
Il lavoro di scrittura sarà in stretta connessione con il lavoro in sala svolto con gli attori, attraverso un procedimento di verifica, prova e riflessione sulla scrittura, per giungere infine a dei brevi testi.

E' prevista la possibilità di approfondire ulteriormente i lavori.

Il progetto si rivolge a drammaturghi ed attori-autori che intendano attuare una esperienza formativa e di sperimentazione a stretto contatto con la creazione scenica.

 

STATO D'ASSEDIO

- 2013-2014

Stato d'assedio come condizione del presente. Stato d'assedio come condizione sempre meno immaginaria e sempre più incisa, impressa, marchiata sui corpi. Stato d'assedio è la condizione che vive il nostro mondo, l'occidente, l'Europa. Stato d'assedio è l'emergenza, la vita nell'emergenza continua, imposta, senza tempo per il futuro. O forse lo stato d'assedio è una sindrome generale, immaginaria? Da chi e cosa siamo assediati? Quale immaginario forniamo al nostro stato d'assedio? E chi c'è là fuori, ad assediarci? Nel laboratorio si lavorerà intorno ad una precisa idea e condizione: lo stato d'assedio. Ogni partecipante sarà chiamato ad una propria costruzione intorno all'idea, che sarà assegnata secondo precisi dettagli. Il lavoro consisterà nello scambio continuo con il gruppo, la modifica continua del lavoro in base a domande necessarie sulla propria presenza in scena, in un processo di trasformazione dei dettagli, dei ritmi, delle motivazioni, della grammatica scenica.Come strumento di lavoro verrà fornito ai partecipanti un elenco di domande ed un preciso input sul quale lavorare. Ogni partecipante è chiamato ad arrivare con delle proprie riflessioni sul tema ed a portare del materiale per scrivere.

 

 

 

CORPO MORTO

- legato allo spettacolo Zombitudine / dal 2013 / in corso in varie città

Il workshop Corpo Morto fa parte degli eventi urbani che Elvira Frosini e Daniele Timpano realizzano collateralmente allo spettacolo ZOMBITUDINE.Il workshop “Corpo morto” è un laboratorio teatrale intensivo sull'immaginario legato agli Zombi, sul paradosso dello Zombi. Lo Zombi non lo conosci, non lo riconosci, è un extracomunitario in agguato pronto a stringerti la mano e venderti accendini, rose e fazzoletti per il naso, ma è anche il tuo uomo, la tua donna, tuo fratello, la tua mamma che se abbassi un attimo la guardia ti prendono e ti mangiano. Noi siamo loro e loro sono noi, il nostro passato, il nostro presente e l'unico futuro. Gli Zombi siamo noi: la nostra condizione di cittadini nell'Italia di oggi e di domani. Il morto che cammina. Che cammina e divora. Il consumatore definitivo. Lo Zombi è il vecchio che non muore e il nuovo che non c'è. Nel workshop si affronterà un lavoro collettivo e individuale di esplorazione e creazione partendo dal corpo come segno politico; si costruiranno azioni performative che possano sovvertire il sistema di convenzioni residente nel corpo, in particolare affrontando il tema del contesto e delle domande alla base del lavoro dell'attore/performer.Il lavoro sarà diviso in una parte di training fisico sugli elementi fondamentali della dinamica, peso e respirazione, ed in una parte di improvvisazione e creazione di azioni performative legate al corpo dell'attore e finalizzate alla realizzazione di performance.

KATALAB - Scuola di formazione attore/performer

 

Laboratorio annuale 

per attori / performer / autori

con Elvira Frosini e Daniele Timpano

 

da ottobre 2019 a luglio 2020

 

La formazione annuale a Roma si terrà attraverso un ciclo di Workshop tra ottobre 2019 e luglio 2020 sotto il titolo

DI COSA PARLO QUANDO PARLO DI ME

Ogni workshop sarà aperto a max 15 partecipanti
 

Per ogni workshop

mandare foto, cv e recapito telefonico a: kataklismateatro@gmail.com
oggetto: candidatura:  NOME + COGNOME Lab Frosini Timpano

>> vedi il prossimo workshop qui di fianco <<
 

Spazio Kataklisma - Roma
Via G. De Agostini 79 - Metro C - PIGNETO

Primo Workshop: 10 > 13 ottobre 2019

DI COSA PARLO QUANDO PARLO DI ME - Vittima

 

Secondo Workshop : 5 > 9 febbraio 2020

CORPO SCRITTO - L'era del rancore

 

Terzo Workshop : 26 > 29 marzo 2020

Movimento performativo per attori e danzatori

Quarto Workshop : 7 > 10 maggio 2020 

DI COSA PARLO QUANDO PARLO DI ME - Perdere


 

Di cosa parlo quando parlo di me? Quando il materiale personale diventa qualcosa di condivisibile, credibile, che parla agli altri? Lo scavo ed estrazione di materiali residenti nei corpi, nelle biografie, l'individuazione dei contesti, in dialogo con il mondo in cui è sommerso il nostro quotidiano e con le stratificazioni culturali. Procedendo per sottrazioni e ingrandimenti, un allenamento attoriale e autoriale in relazione al testo, alla scena, al corpo ed al presente, attraverso uno scavo sull’immaginario residente nei corpi.

ALTRI WORKSHOP

18 > 20 ottobre 2019 - Milano / PimOff

28 > 31 ottobre 2019 - Roma / Accademia di Teatro e Arti Performative Stap Brancaccio

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now